storie

Roma di pizzo

Non mi attirano i tuoi completini, non mi intrigano neanche i tuoi tentativi di sedurmi, come fossimo nella pellicola di De Sica. Imperterrito, fumo una sigaretta con la schiena poggiata alla testiera del letto e si, so bene che la mia noncuranza ti stizzisce. Fuori da questa camera ci sono quaranta gradi, l’estate a Roma sembra non volare mai, il tasso di umidità risucchia i pochi liquidi che mi restano e trascorrerei volentieri il tempo sotto la doccia ghiacciata, pur di non assistere a questo arrangiato spettacolino di burlesque. Perchè ti bardi come un cavallo di Piazza di Spagna? Togliti quelle mutande di pizzo che ti segano il sedere, il solo vederle mi disgusta, non riesco neanche a capire di che colore siano. Cos’è quell’arnese che ti strizza i seni, come fossero pompelmi? Quale funzione dovrebbe assolvere? Le mie papille riconoscono il sapore delle gocce che cadono dal tuo petto nel pieno del godimento e so quanto energicamente tu possa stringere quelle vette turgescenti, quando la mia lingua si fa strada tra le tue labbra fertili e non più vergini. C’è troppa poca luce in questa camera, spalanca la finestra. Sudo e non perchè ti stia scopando sul tappeto dell’Ikea che hai comprato una settimana fa con la giustificazione classica, per ogni tuo acquisto di merda, “E’ di design”. Ma andasse a fanculo il design, quello del tappeto e di chi ha disegnato il tuo intimo. Sono stanco di attendere un’erezione, ora mi avvicino a te, apro le persiane e ti fotto sul balcone, così offriamo a questa Roma accaldata un motivo in più per sudare. Lo ammetto, mi rincresce vederti avvilita ai piedi del letto, intenta a coprirti, ma sciocca ragazzina dovresti comprendere che sono io e soltanto io il tuo vestito migliore. Smettiamola quindi di giocare a coprirci, vieni quì e lasciami strappare quell’armatura dalla tua nivea pelle, luminosa più del sole all’ora di punta sulla Tiburtina e rovente più dell’asfalto sul raccordo anulare a ferragosto.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...