disegni, interviste

“Il posto dove stare!”(Intervista a Frida Castelli)

16712031_1870397773225692_5443916368347278672_n
“Mi sono fatta conchiglia, perché tu potessi ascoltare il mare che mi porto dentro.”
(V)

Frida Castelli, o qualunque sia il suo nome, sceglie di lasciare che a parlare, a narrare una storia, siano i suoi disegni e a me, personalmente, non dispiace. Buona lettura:

1) Se dovessi scegliere tre aggettivi, per descrivere i tuoi lavori, quali sceglieresti e perché?

  • malinconici, per la storia che raccontano;
  • intimi, perché le scene rappresentate sono simili a scatti rubati;
  • morbidi, perché rappresentano pensieri, sogni e situazioni reali, distanti dall’ erotismo atletico della pornografia. La vera sensualità, secondo me, ti ammorbidisce, quasi a farti sciogliere tra le braccia della persona che ami.

15032826_1716818635305741_6318834669317249974_n

“Amarti è come scavare ogni giorno dentro me stessa e scoprirmi migliore di prima.”
 2) I tuoi disegni nascono dall’istinto, dalla memoria o da una ricerca approfondita di qualcosa che possa ispirarti, stimolarti?
  • I miei disegni sono solo il racconto della mia storia d’amore a distanza. Un diario illustrato di emozioni malinconiche e il mio modo di comunicare col mio amore lontano. C’è chi fa sesso al telefono, chi via webcam… a me piace comunicare con lui con i disegni.

14713595_1701276763526595_4746075833522882746_n

“Lascia che i tuoi baci spieghino all’inverno cosa sono i brividi.”

3) Qual è la tecnica che usi prevalentemente per le tue tavole?

  • Mi piace mescolare inchiostri colorati, pennarelli e matite colorate.

15380870_1735703026750635_7814370992175932008_n

“Non vedo l’ora di fare il conguaglio dei baci e di guardarti negli occhi detonando sorrisi che fanno brillare il cuore.”

4) Ci sono artisti a cui sei legata e che, in un certo qual modo, influenzano o hanno influenzato i tuoi progetti?

  • Tutti siamo influenzati, anche inconsciamente, da chi ci ha preceduto e ha influito a livello iconografico la nostra società. Sarebbe davvero ridicolo affiancarmi, anche solo per ispirazione, ai grandi disegnatori contemporanei. Le mie illustrazioni sono veraci, molto istintive, anche tecnicamente. Sono tuttavia molto incuriosita da tanti giovani disegnatori su Instagram: ci sono storie interessanti che seguo con trasporto.

16730323_1771091753211762_78621306388742614_n

“Vuoi vedere una supernova? Toccami.”

5) Che rapporto hai con i social network e in particolare con la censura imposta da queste piattaforme digitali?

  • Al di là del mio parere personale sulla censura, mi rendo conto che, nel momento in cui si utilizza una piattaforma social, si opera in un ambiente pubblico e dunque ci si deve adattare alle regole che impone la community. Non spetta a me stabilire quale sia il limite del comune senso del pudore, perché ogni cultura ha i suoi tabù e io li rispetto. Per questo, quando qualche mio disegno viene censurato, provo grande dispiacere, perché le mie intenzioni sono tutt’ altro che provocatorie.
Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...